Veranstaltungsberichte

Italia: Politica ed Arte il Mercoledì delle Ceneri

von Cäcilia Schallwig, Katja Christina Plate

TAVOLA ROTONDA ED INAUGURAZIONE DI UNA MOSTRA IL 22 FEBBRAIO NELLA SEDE ITALIANA DELLA FONDAZIONE KONRAD ADENAUER

Il Mercoledì delle Ceneri in Germania è tradizionalmente un’occasione per i partiti politici per mettere in discussione non solo i propri opponenti ma anche se stessi. La nostra sede della Fondazione Konrad Adenauer, ispirandosi a questa tradizione, ha ospitato il 22 Febbraio 2012 la mostra „Mezze verità“ di Peter Fleischer Harkort, proponendola come spunto di riflessione per una discussione sulle attuali sfide della politica e della società italiana.

La sala riunioni della Fondazione Konrad Adenauer (KAS) di Roma era piena quando la direttrice Katja Christina Plate, ha accolto gli ospiti al „Mercoledì delle Ceneri politico“. La dottoressa Lydia Thorn Wickert della Thornconcept ha introdotto la mostra così: “La creazione artistica e l’azione politica sono caratteristiche genuine degli uomini e, in generale, la fioritura delle arti è in stretta relazione con la qualità del sistema politico in cui esse si sviluppano“. Quattro dei quadri di Peter Fleischer Harkort erano stati precedentemente scelti da quattro degli ospiti invitati, che ne sono così diventati „padrini“, presen-tandoli ma anche usandoli come punto di partenza per una riflessione a livello sociopolitico.

Erdmuthe Brand, direttrice dell’Accademia Eu-ropea di Musica e Arte di Montepulciano, ha scoperto contraddizioni e fratture nell’opera da lei scelta, un ritratto che mostra una giovane sposa ed una donna più anziana, intitolato „Al“. La sua impressione è stata: „La generazione più anziana, anch’essa colpita dalla crisi, si sente ora ancora più costretta a sostenere la nuova generazione, che si trova a vivere in un periodo di mancanza di prospettive in termini di lavoro o famiglia“. Soprattutto in tempi di difficoltà economica come questi, il sostegno e la coesione nelle famiglie è particolarmente importante.

„Un pugno in pancia“ è l’espressione che il dot-tor Generoso Rosati, docente di politica e rela-zioni internazionali all’università LUMSA di Ro-ma, ha utilizzato per raccontare il quadro „Yoga für Tote“ (trad. „Yoga per morti“), da lui scelto. La postura innaturale della morte e la drammaticità della composizione del quadro ha ricordato a Rosati il compito dei politici. Egli chiede per l’Italia una politica autentica, che „sappia di nuovo rispondere alle esigenze dei cittadini e che si basi su veri valori“.

Petra Köhler, direttrice della sede centrale te-desca per le scuole all’estero, riempie la vi-gnetta vuota del personaggio femminile del quadro che ha scelto chiedendo un parere a degli studenti italiani di scuole medie e supe-riori. Le risposte sono le più varie e vanno dalla preoccupazione per il futuro, la fame e la voglia di ballare fino all’insicurezza e alla felicità per un bambino che deve ancora nascere.

"Videocrazy" è stata la parola chiave del pro-fessor Fabio Severino dell'Università "La Sapienza". L'immagine provocatoria di una figura femminile nuda su una panchina rimanda per lui all’erotismo organizzato dei media italiani. "I valori, al giorno d'oggi, sono molto spesso solo quelli proposti dalle immagini dei mezzi di comunicazione", ha criticato il Prof. Severino. Il buono stato e la diversità dei media sono quin-di caratteristiche di grande importanza per la qualità di una comunicazione democratica.

Ringraziamo l'artista Peter Fleischer Harkort per i suoi dipinti, i nostri “padrini” per le loro riflessioni vivaci, e, naturalmente, i numerosi ospiti.