Uwe Nölke / Konrad-Adenauer-Stiftung e.V.

Contributi per le manifestazioni

Prima delle elezioni europee: „I populisti mettono in questione l’intero sistema“

di Stefan Stahlberg

In occasione della 10.Edizione del dibattito tra la Frankfurter Allgemeine Zeitung (F.A.Z) e la Fondazione Konrad Adenauer (KAS) a Mainz si discute dei pericoli derivanti dai partiti populisti anche in vista delle elezioni europee.

Due mesi prima delle elezioni europee la fondazione Konrad Adenauer ha organizzato un dibattito sui partiti populisti, parlando di ciò che li unisce, ciò che li separa, ma anche perché non vanno demonizzate.
Prof. Dr. Norbert Lammert, già Presidente des Deutschen Bundestag e Direttore della Konrad-Adenauer-Stiftung Uwe Nölke / Konrad-Adenauer-Stiftung e.V.
Prof. Dr. Norbert Lammert, già Presidente des Deutschen Bundestag e Direttore della Konrad-Adenauer-Stiftung

Il 29 marzo 2019 la Gran Bretagna avrebbe dovuto lasciare l’Unione Europea, dopo che il popolo britannico, anche sotto la forte influenza esercitata dal partito euroscettico e populista UKIP, si era espresso nel 2016 a favore del cosiddetto referendum consultivo sulla Brexit. Negli ultimi anni, i populisti, sia di destra sia di sinistra, stanno guadagnando sempre più terreno all’interno dei parlamenti nazionali, osserva Norbert Lammert, Presidente della fondazione Konrad Adenauer. Dopo la Brexit, sarebbe però anche aumentato il consenso nei confronti dell’Unione Europea. Secondo l’eurobarometro, il 62 percento degli intervistati giudica positivamente l’appartenenza all’EU. “Questo è il miglior dato registrato negli ultimi 25 anni”, dice Lammert.

Caroline Kanter, Direttrice della Rappresentanza in Italia della Konrad-Adenauer-Stiftung Uwe Nölke / Konrad-Adenauer-Stiftung e.V.
Caroline Kanter, Direttrice della Rappresentanza in Italia della Konrad-Adenauer-Stiftung

Nonostante ciò, i partiti di stampa populista stanno guadagnando popolarità – una realtà per la quale non esiste soltanto un’unica spiegazione. Secondo Caroline Kanter, riferendosi al caso dell’Italia, l’ascesa dei populisti può talvolta essere spiegata guardando alla storia del paese stesso: In Italia lo scandalo di Tangentopoli non solo ha minato profondamente la credibilità dei partiti di massa, ma ha anche “distrutto la fiducia nella classe dirigente”. In questo momento, la situazione politica italiana appare quasi paradossale: come spiega la Direttrice della Rappresentanza della fondazione Konrad Adenauer in Italia, il movimento Cinque Stelle, che talvolta sembra essere di sinistra, governa insieme alla Lega, un partito invece chiaramente collocato a destra. Facendo leva sulla rabbia delle persone, riescono a mobilizzare gli elettori. Ciò che unisce entrambe le forze politiche, è la battaglia contro le cosiddette élite e la critica all’EU, avendo a cuore soprattutto gli interessi nazionali. Sarebbe proprio questa la caratteristica che sembra accomunare maggiormente i populisti europei, dice Andreas Rödder, docente di storia a Mainz, ossia “l’idea esplicita che i problemi possano essere risolti al livello nazionale”.

Prof. Dr. Andreas Rödder, Università Johannes Gutenberg-Universität a Mainz Uwe Nölke / Konrad-Adenauer-Stiftung e.V.
Prof. Dr. Andreas Rödder, Università Johannes Gutenberg-Universität a Mainz

Come afferma Caroline Kanter, la pericolosità dei partiti populisti sta soprattutto negli attacchi alla democrazia rappresentativa, mettendo in questione l’intero sistema democratico. In Italia, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dovuto ricordare sia ai media sia al Parlamento, che le autorità dello Stato hanno dei compiti precisi, che vanno rispettati. Malgrado le sfide davanti alle quali ci pongono i partiti populisti, il loro profilo è però tutt’altro che chiaro: “Guardando ai membri dell’Afd presenti nel Deutschen Bundestag, si nota che non sono tutti dei pazzi”, afferma Eckart Lohse. Ci sarebbero sicuramente degli “attacchi aggressivi”, ma anche un’attiva partecipazione al sistema parlamentare.

 

Dr. Eckart Lohse, Direttore, Redazione della Frankfurter Allgemeine Zeitung, Berlino Uwe Nölke / Konrad-Adenauer-Stiftung e.V.
Dr. Eckart Lohse, Direttore, Redazione della Frankfurter Allgemeine Zeitung, Berlino

Secondo Klaus-Dieter Frankenberger, responsabile della politica estera alla F.A.Z, sarebbe auspicabile trovare una via di mezzo: “Non dobbiamo demonizzare i critici, ma non dobbiamo neanche lasciare l’Europa a chi la vuole distruggere”. Proprio la crisi finanziaria avrebbe mostrato quanto l’Europa sia oggi rilevante per i cittadini. Norbert Lammert, già Presidenten del Deutschen Bundestag dal 2005 al 2017 e quindi ben consapevole delle conseguenze che le decisioni parlamentari hanno sulla vita dei cittadini, trova delle parole ancora più chiare: “Il Parlamento europeo incide molto di più sulla vita delle persone, che gran parte dei parlamenti nazionali”. Nonostante ciò, in Germania ci sarebbe la tendenza a “sottovalutare notoriamente le elezioni del Parlamento europeo”, critica Lammert.

 

Klaus-Dieter Frankenberger, Responsabile della politica estera, Frankfurter Allgemeine Zeitung Uwe Nölke / Konrad-Adenauer-Stiftung e.V.
Klaus-Dieter Frankenberger, Responsabile della politica estera, Frankfurter Allgemeine Zeitung

Già solo per questo motivo, è necessario avviare dei dibattiti, dice Frankenberger: „Siamo in un momento cruciale. Dobbiamo discutere adesso quanto vale per noi l’Europa!” Anche se democrazia, pace e libertà sono le conquiste del processo d’integrazione europeo, dobbiamo chiederci come vogliamo affrontare le sfide future e se esiste effettivamente una visione comune europea. Proprio a questi quesititi non ci sono (ancora) delle risposte chiare. Solo se la cooperazione europea porta ad un vero valore aggiunto, l’EU può riguadagnare popolarità, ritiene Rödder. Cioè significa anche, che “l’Europa deve attivarsi e affrontare le questioni del futuro!"

Registrazione Video dell'evento:

Contributi per le manifestazioni
Liebers
30 ottobre 2018
„Ob China eine Supermacht wird, entscheidet sich auch in Europa“: Bericht von der 9. F.A.Z.-KAS-Debatte in Leipzig
Kommentare

Bitte melden Sie sich an, um kommentieren zu können

su questa serie

La Fondazione Konrad Adenauer, le sue istituzioni e i suoi centri di formazione e uffici esteri organizzano ogni anno diverse migliaia di eventi su diversi temi. Sotto kas. de riportiamo informazioni attuali ed esclusive per voi su conferenze, eventi, simposi ecc. selezionati. Qui troverete insieme a un riepilogo dei contenuti anche materiale aggiuntivo come fotografie, manoscritti di discorsi, video o registrazioni audio.